Back to top

Ethyca Digital Company

Snapchat, il social network utilizzato per la maggior parte da un target giovanissimo, circa un anno fa viene completamente rimpiazzato da Instagram.
Dopo aver ricevuto un rifiuto per l’acquisizione dell’app del momento, Zuckerberg decide di dichiarare guerra a Snapchat, copiando qui e lì e creando, nell’Agosto 2016, le Instagram Stories.
Cosa sono? 
Le Stories sono dei racconti quotidiani che utenti, influencer e aziende condividono per fare storytelling. L’obiettivo è raccontare scorci di vita che possano risultare interessanti per i followers.
Altro elemento fondamentale è la loro durata: le stories, infatti, sono visibili solo per 24 ore al termine delle quali scompaiono e, forse, è proprio questo il fattore da cui deriva la loro forza; infatti, le stories, non restando salvate sul nostro profilo, non possono ledere l’immagine di noi stessi che cerchiamo di costruire giorno per giorno.
Gli amanti di Instagram adesso, scelgono questo social perché incuriositi dalle vite altrui, dalle emozioni vissute dagli altri, dai luoghi del mondo che gli altri visitano e dagli abiti indossati dalle Ferragni di turno.
Strumenti quali la geolocalizzazione, le maschere (alla Snapchat), gli sticker tematici e gli hashtag, non fanno altro che accrescere l’interesse degli utenti nell’utilizzare questa piattaforma.
I brand intelligenti hanno cavalcato questo business in crescita, condividendo i proprio contenuti visivi in modo efficace e ottenendo in cambio milioni di followers, per svariati motivi.
In primo luogo, le stories garantiscono una copertura più ampia rispetto ai post tradizionali in quanto più accattivanti rispetto a una semplice foto.
In secondo luogo, gli spettatori sono più motivati a rispondere alle storie (garantendo un feedback) tramite messaggi diretti privati non resi pubblici e alla portata di tutti.
E, infine, le stories generano traffico utile per la creazione di una brand image forte e per l’acquisizione di nuovi potenziali clienti.
Appare piuttosto chiaro che le nuove modalità di condivisione possano essere sfruttate a proprio vantaggio da qualsivoglia impresa, sia di grandi che di medie o piccole dimensioni.
Il vero quesito è…perché molte aziende preferiscono rimanere nell’ombra senza seguire la tendenza del momento?

Ambra Zagarella – Social Media Marketer